Musica di Verdi

Le sinfonie che porti nel cuore

Una vacanza a Cefalonia

Alcuni amici mi avevano parlato della loro esperienza a Cefalonia, isola che guarda la costa occidentale della Grecia e che in età omerica fu possedimento e forse capitale del regno amministrato da Ulisse. Incuriosito dai racconti entusiasti e dalle descrizioni di luoghi da favola, ho optato per questa destinazione, che affonda le sue origini e parte del suo fascino nell’epica omerica, nonché in una storia densa di accadimenti notevoli. La ricerca di un biglietto per il viaggio in traghetto è stata immediatamente soddisfatta da una delle tantissime offerte presenti in rete. Dopo una breve ricerca, ho prenotato per me e per la mia famiglia con Ventouris Ferries, approfittando dei prezzi competitivi e di un ulteriore sconto che la compagnia concede ai nuclei familiari. La partenza con i traghetti da Bari a Cefalonia era prevista presso il porto di Bari alle 17.00 ha inaugurato una traversata connotata dalla gioia dei più piccoli e da un fantastico tramonto sul mare, preludio di una vacanza indimenticabile.
greece-cefalonia
La notte in cabina è trascorsa piacevolmente, mentre col passare delle ore le voci dei turisti presenti a bordo lasciavano spazio al silenzio e al poetico impattare delle onde del mare contro la carena. Il giorno seguente siamo arrivati presso il porto di Sami in perfetto orario, poco dopo mezzogiorno. Sami è il porto più importante dell’isola, ed è collegata alla dirimpettaia Patrasso, centro principale del Peloponneso, da un servizio di traghetti quotidiano. Cefalonia è la più grande delle isole Ionie, è una terra montuosa e ricca di boschi e culmina nel monte Enos, la vetta più alta dell’arcipelago (1627 metri). Cefalonia è una terra ricca di luoghi da scoprire, di grotte, di anfratti magici e di antichissimi siti archeologici, testimoni di un passato importante. Appena giunti a Sami, prima di procedere verso l’albergo, abbiamo approfittato della vicinanza all’acropoli dell’antico abitato per quella che si è rivelata una visita sorprendente. Le mura difensive si ergono sulla sommità di un colle dominato da un’antica torre di vedetta. Una chiesa medievale reca ancora gli affreschi originali e, poco lontano, la natura lussureggiante circonda le rovine dell’antica fondazione greca, presso le quali sgorga una meravigliosa sorgente naturale. Imperdibile è la Grotta Melissani, il cui nome fa riferimento all’Ade illuminato dal giorno. La grotta cela un lago sotterraneo sulle cui sponde venne fondato un santuario dedicato a Pan, il dio protettore delle greggi.