Musica di Verdi

Le sinfonie che porti nel cuore

Category: Economia

Conosci la certificazione unica

Certificazione Unica 2016

In Italia, specie di questi tempi, la materia fiscale è oggetto di numerose discussioni tra esperti di settore e semplici contribuenti, confronti mirati ad approfondire il delicato argomento. Una materia complessa fatta di tante disposizioni e documenti, in questa guida nello specifico tratteremo della Certificazione Unica 2016.

Nel nostro Paese la CU 2016 ha una valenza importantissima ai fini fiscali perché è l’attestazione dei redditi di lavoro dipendente, autonomo, da pensione ed assimilati rilasciata dai relativi datori di lavoro o Enti pensionistici. Il nuovo modello, che ha fatto il suo debutto nel 2015, ha sostituito il vecchio CUD. Un’attestazione cumulativa che certifica le somme erogate e le ritenute applicate. Con la Certificazione Unica vengono attestati pure i dati inerenti agli imponibili previdenziali, cioè vengono certificati anche i contributi validi ai fini pensionistici. In pratica vengono riportati i redditi corrisposti dagli Enti pensionistici o dai datori di lavoro relativi a uno specifico anno. Allegati alla Certificazione Unica anche i moduli per versare l’Otto per Mille e il Cinque per Mille.

tasse-calcolo

Scadenze e modalità di trasmissione
Il 29 febbraio scorso è scaduto il termine per la consegna ai lavoratori o ai pensionati, da parte dei datori di lavoro o degli Enti pensionistici, del modello di Certificazione Unica 2016. Invece, nel caso di cessazione del rapporto lavorativo, la CU va consegnata entro dodici giorni dalla richiesta del lavoratore. Da quest’anno i datori di lavoro e gli Enti pensionistici inviano il modello ordinario pure alla competente Amministrazione finanziaria. La consegna al contribuente della Certificazione Unica può avvenire in due modi: in modalità cartacea con il ritiro diretto presso gli sportelli dell’INPS competente o attraverso la consegna da parte del proprio datore di lavoro, e telematicamente accedendo al portale INPS con le proprie credenziali (codice fiscale e PIN).

Dichiarazione dei redditi
Il lavoratore o il pensionato che nell’anno solare di riferimento ha percepito esclusivamente i redditi indicati nella CU non è tenuto alla dichiarazione, a patto che il suo datore abbia effettuato in modo corretto il conguaglio delle imposte. Il contribuente può comunque presentare all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione nel caso voglia portare in detrazione eventuali costi sostenuti nell’anno come, ad esempio, le spese mediche. L’Agenzia delle Entrate predispone il 730 precompilato proprio in base ai dati contenuti nella Certificazione Unica, il modello 730 sarà disponibile dal 15 aprile.