Musica di Verdi

Le sinfonie che porti nel cuore

5 modi per riscaldare il tuo inverno

L’inverno è alle porte e il freddo comincia a penetrare nelle case. Occorre mettersi subito ai ripari scegliendo il giusto generatore di calore per gli ambienti domestici. Ecco perciò i 5 modi per riscaldare il tuo inverno con le proposte più valide del web! 

Perché è importante scegliere il giusto tipo di riscaldamento

Quando il grande freddo arriva non bastano maglioni e coperte per tenerlo buono. Esso è talmente pungente da non lasciare tregua in nessuna ora del giorno e della notte. E allora ecco che accendere il riscaldamento diventa uno dei modi più semplici per godersi un po’ di tepore nella comodità dei luoghi domestici. Ma quanti sono i modi per riscaldarsi a casa? Sul sito https://www.giordanojolly.it/ e qui di seguito ti presentiamo i più funzionali, quelli di cui non puoi fare a meno!

  1. Il caminetto a bioetanolo 

Scegliere un caminetto a bioetanolo è un po’ come avere il calore a portata di mano. È composto da una struttura in acciaio e vetro temperato, non necessita di canna fumaria e di pulizia e funziona con il bioetanolo, un alcool denaturato per combustione. Questo caminetto altro non è che una stufa che ricorda però il tradizionale camino poiché, grazie al combustibile liquido usato, genera la fiammella che riscalda. Il bioetanolo, inoltre, è prodotto dalla fermentazione di prodotti agricoli ricchi di zucchero. Quindi, in conclusione, questa, oltre ad essere una delle soluzioni riscaldanti migliori, è anche tra le più ecologiche. Inoltre, non necessita di canna fumaria, quindi è semplice e veloce da installare. Dei caminetti a bioetanolo ne esistono di varie dimensioni, così puoi sceglierlo per quale punto della casa utilizzarlo! Geniale, no?

  1. Il radiatore elettrico portatile

Un altro metodo molto amato per riscaldarsi in casa è quello che prevede l’utilizzo del radiatore. Il radiatore è un generatore di calore ideale per portare velocemente tepore in qualsiasi stanza. Sono facilmente trasportabili grazie alle ruote di cui sono dotati e funzionano con l’elettricità. Questo li rende sicuri e funzionali. È consigliato soprattutto per quelle persone che necessitano di riscaldare una stanza in cui per esempio non sono presenti termosifoni, poiché il funzionamento è molto simile. Quelli ad olio rappresentano una risorsa preziosa, poiché sono silenziosi e mantengono a lungo il calore. 

  1. Il termoconvettore ventilato

Quando l’aria diventa fredda, soprattutto dopo una giornata fuori casa, spesso sorge l’esigenza di una fonte di calore rapida e veloce. Il termoconvettore, perciò, è la scelta giusta per riscaldare piccoli ambienti come camere da letto o bagni, in cui si desidera calore subito e per un periodo di tempo limitato. Esso, infatti, grazie al minor contenuto di acqua al suo interno, raggiunge la temperatura desiderata molto rapidamente e diffonde aria calda nella stanza in cui viene posto. Sono elementi molto leggeri e maneggiabili, facilmente trasferibili da una stanza all’altra. 

  1. La stufa a pellet

Particolarmente amata da chi non ha il camino in casa, questa tipologia di stufa ha la caratteristica di essere molto riscaldante e di creare un ambiente domestico molto caldo e confortevole. Il pellet è un cilindretto di legno o di altri materiali combustibili più o meno leggeri, che una volta accesi creano combustione e sviluppano calore. Solitamente il funzionamento della stufa non cambia se cambia la tipologia di pellet, ma esistono stufe a pellet monocombustibili e quindi adatte ad un unico tipo di pellet, di origine vegetale o legnosa. 

Le nuove tecnologie hanno reso questo tipo di riscaldamento gestibile anche a distanza e programmabile per permetterne l’accensione in orari specifici, così da avere un ambiente sempre caldo al momento giusto. 

  1. La stufa al carbonio

Dopo le stufe elettriche sono giunte le stufe alogene, e ancora dopo le stufe alogene ecco che hanno fatto capolino le stufe al carbonio. Le stufe composte da elementi in fibra di carbonio riducono il consumo energetico e diffondono più velocemente il calore. Esse diffondono il calore per irraggiamento. Ciò vuol dire che non viene riscaldata l’aria, bensì le superfici. A tal proposito è l’ideale per tutti quegli ambienti piccoli in cui la stufa è necessaria per riscaldarsi rapidamente non appena la si accende. È utile da avere in casa anche se si ha un sistema di riscaldamento interno, poiché la si può accendere davvero per quella manciata di minuti necessaria ad esempio mentre ci si veste o mentre si svolge qualche attività e non si vuole attivare il riscaldamento domestico. 

Tra i 5 modi per riscaldare il tuo inverno, quale sceglierai per rendere più confortevoli le tue serate?